Title Image

Blog

Home  /  Medicina   /  Vitamina D: la vitamina magica… ma con le giuste accortezze

Vitamina D: la vitamina magica… ma con le giuste accortezze

COS’è LA VITAMINA D?

Con il termine vitamina D si identifica in realtà un gruppo di molecole (pro-ormoni), presenti soprattutto sotto forma di ergocalciferolo (vitamina D2) e colecalciferolo (vitamina D3). La sua forma attiva, il calcitriolo o 1,25-diidrossivitamina D, si lega a un recettore specifico presente sulla superficie di numerosi tipi cellulari, come le cellule dell’apparato scheletrico, quelle del sistema immunitario, stomaco, rene, prostata e cervello. Non stupisce pertanto che i suoi effetti non si esplichino solo sul buon funzionamento del metabolismo osseo ma su moltissimi altri aspetti della nostra salute.

LA VITAMINA D è COINVOLTA NELLA MODULAZIONE DI QUASI 2000 GENI:

Favorisce il riassorbimento di calcio a livello renale, l’assorbimento intestinale di fosforo e calcio ed i processi di mineralizzazione dell’osso.

Esplica funzioni extra-scheletriche, influenzando vari processi fisiologici tra cui la regolazione della divisione cellulare, la modulazione della risposta immunitaria, modulazione della funzione endoteliale, dell’infiammazione e l’invecchiamento

FONTI DI VITAMINA D:

Per l’80-90 % è fornita dall’esposizione alla radiazione solare UVB
Solo il 10-20% è fornito dalla dieta di cui gli alimenti più ricchi sono l’olio di fegato di merluzzo, i pesci grassi (aringa e salmone), i funghi, le uova e il fegato.

SOLE E VITAMINA D…RISCHI E BENEFICI:

Per la sintesi di Vitamina D sono sufficienti brevi periodi di esposizione al sole, ed è importante imparare ad avere comportamenti corretti ed una esposizione consapevole. In questo modo limiteremo i rischi per la salute in favore di moltissimi benefici:

BENEFICI DERIVANTI DA UNA CORRETTA ESPOSIZIONE AL SOLE:

Sintesi di Vitamina D
prevenzione di rachitismo (soprattutto nei bambini); osteoporosi in età adulta, o in categorie di popolazione poco esposte
Possibile ruolo preventivo della Vitamina D in diverse malattie, tra cui sclerosi multipla, diabete di Tipo I, Morbo di Crohn Tumori di Colon, Mammella e prostata

RISCHI DERIVANTI DA UNA SCORRETTA ESPOSIZIONE AL SOLE:

Eritema solare dal semplice arrossamento a vere e proprie ustioni
Cataratta con opacizzazione progr
essiva del cristallino
Carcinomi della pelle (basaliomi e spinaliomi)
Melanoma maligno cutaneo ed oculare che possono svilupparsi anche a distanza di anni dalla eccessiva esposizione al sole

Puoi controllare i tuoi livelli di vitamina D, misurando i livelli del metabolita epatico 25-OH-D con un semplice prelievo di sangue. Il suo dosaggio è importante sia in situazioni di insufficienza (<30 ng/dl) che di eccesso (>100 ng/dl) che è infatti dannoso e potenzialmente tossico!

Nessun commento
Pubblica un commento
Name
E-mail
Website